cinque cose da sapere sugli aggettivi in lingua giapponese
Giapponese

Cinque cose da sapere sugli aggettivi in lingua giapponese

Quando parliamo della lingua giapponese pensiamo immediatamente alla sua rappresentazione grafica. I sillabari e gli ideogrammi sono affascinanti ma anche carichi di complessità o quanto meno “diversi”. Superata però la fase iniziale, è necessario pian piano arricchire le conoscenze con gli elementi grammaticali di base. Infatti, gli aggettivi sono tra le parti del discorso che analizzeremo in questo articolo. Scopriremo qualche curiosità su come funzionano gli aggettivi in giapponese.

Imparare il funzionamento degli aggettivi giapponesi online in poche semplici mosse

giapponese

Stai imparando il giapponese e vuoi sapere qualcosa in più sull’uso degli aggettivi? L’argomento non è complicato ma potrebbe generare confusione per chi si approccia a questa lingua per la prima volta. Ovviamente, il primo passo per iniziare il tuo studio è conoscere i due sillabari essenziali, hiragana e katakana.

L’hiragana è il primo tipo di scrittura che si insegna nelle scuole giapponesi, caratterizzato da una forma tondeggiante. È usato per quasi tutto. Per le particelle, per le terminazioni grammaticali, per le parole che sono normalmente scritte in hiragana. Il katakana invece è caratterizzato da una forma squadrata, si usa per scrivere parole straniere e nomi di persona. Spesso, viene usato anche per trascrivere le specie di animali e piante e per esprimere le onomatopee.

Sia gli hiragana che i katakana sono una semplificazione dei kanji.

Dopo aver analizzato e iniziato a studiare i sistemi di scrittura giapponese bisogna passare alla grammatica e sicuramente alla formazione della frase e agli elementi che la compongono. L’ordine della frase in giapponese segue la formula SOV, soggetto-oggetto-verbo. In italiano subito dopo il soggetto troviamo il verbo, mentre nella lingua nipponica il verbo si pone a fine frase. Una costruzione differente ma che non comporta particolari problematiche.

I verbi inoltre sono, nelle varie lingue, la classica parte del discorso che va coniugata. In giapponese esiste, però, una peculiarità, ovvero anche gli aggettivi si coniugano. Sono tutti qualificativi e possono avere valore di attributo e predicato nominale, ed è in questo caso che vengono coniugati.

Vuoi imparare velocemente gli aggettivi della lingua giapponese: qualche suggerimento per te!

In generale, ci sono due grandi gruppi di aggettivi che a seconda del tipo si comportano in modo diverso. Il primo gruppo è formato dagli aggettivi in -i. Se vedi un aggettivo che termina con い, è un aggettivo in -i. Qualche esempio potrebbe esserti d’aiuto: 新しい・あたらしい che in italiano indica l’aggettivo “nuovo”, 高い・たかい che in italiano indica l’aggettivo “alto, costoso”. O Ancora, 安い・やすい che in italiano indica l’aggettivo “economico”, 懐かしい・なつかしい che in italiano indica l’aggettivo “nostalgico”. E infine l’aggettivo “caldo”, che in giapponese diventa 暑い・あつい.

L’altro gruppo è composto dagli aggettivi in -na che sono un po’ più difficili da definire rispetto agli aggettivi in -i. Tali aggettivi non terminano realmente in -na, il -na viene aggiunto solo quando sono in funzione attributiva al tempo presente. Anche in questo caso per capire meglio ci aiutiamo con degli esempi: 好き・すき che in italiano indica l’aggettivo “piacevole”.

Oppure gli aggettivi “silenzioso, tranquillo” che in giapponese diventano 静か・しずか, “gentile”, diventa 親切・しんせつ, “semplice” diventa 簡単・かんたん. E infine l’aggettivo “famoso, conosciuto” in lingua giapponese ha la forma 有名・ゆうめい.

Inoltre, per capire se un aggettivo appartiene all’uno o all’altro gruppo, è necessario vedere come si scrive in kanji. Come vedi i sistemi di scrittura sono sempre essenziali. Permettono di imparare le parti del discorso e progredire nell’apprendimento della lingua nipponica in modo semplice ed efficace.

Guida completa sugli aggettivi in giapponese: caratteristiche, usi e metodo di apprendimento.

Imparare la lingua giapponese in autonomia è possibile online. Logicamente, sarà necessaria una buona dose di costanza e passione, come del resto accade con tutte le nuove avventure che intraprendiamo. Ti stai chiedendo da dove cominciare e quali sono i giusti passi da seguire? Imparare gli aggettivi giapponesi non ti sembrerà impossibile se segui questi pochi passi.

Un aggettivo può essere usato in due modi diversi: come predicato e come attributo.

Nell’insegnare il giapponese, si può distinguere l’aggettivo con funzione verbale (in -i) e quello con funzione nominale o pseudo-nominale (in -a). Abbiamo la funzione predicativa quando il collegamento tra l’aggettivo e il nome avviene attraverso un verbo. In italiano abbiamo delle frasi del tipo “sostantivo+verbo essere+aggettivo”. Ad esempio: Il libro è interessante (che nella traduzione giapponese è この本(ほん)は面白(おもしろ)い,. O quella persona era gentile (che in giapponese diventa あの人(ひと)は親切(しんせつ)だった。

L’aggettivo usato nella sua forma attributiva, invece, si ha quando si crea un’unione diretta tra aggettivo e sostantivo. Prima abbiamo analizzato frasi con “soggetto, verbo, oggetto”, ma l’aggettivo attribuisce anche la qualità al sostantivo in maniera diretta. In italiano gli esempi di aggettivi in forma attributiva sono: “libro interessante” oppure “persona gentile”. In questo caso siamo in presenza di frasi che non sono complete, manca il verbo. Ma la qualità degli attributi è la medesima.

Inoltre, in giapponese gli aggettivi vanno sempre collocati prima del sostantivo che modificano e devono trovarsi nella loro forma piana. In più, è utile ricordare che nella forma predicativa possiamo avere una forma piana o educata. Al contrario, con la forma attributiva non c’è scelta, ci vuole sempre la forma piana.

Imparare velocemente gli aggettivi della lingua giapponese online

lingua giapponese online

Come dicevamo all’inizio gli aggettivi in giapponese si coniugano, cioè equivalgono a forme verbali. Ciò significa che variano nelle forme passato e presente, affermativa e negativa. Hanno ancora una forma cortese che si utilizza in contesti formali e una forma piana o neutra più quotidiana. Questa seconda forma è certamente da evitare in contesti molto formali.

Oggi più che mai internet accorcia le distanze, ci apre a nuove realtà. Ci consente, poi, di avere a disposizione un repertorio davvero molto vario di materiali di studio, app e siti web. Insomma, una rete che diventa una vera e propria risorsa per l’apprendimento di una nuova lingua.

Per imparare il giapponese ti suggeriamo di procedere per step, di scrivere e memorizzare più ideogrammi possibili. Puoi, altresì, utilizzare le numerose risorse online. E se dovessi renderti conto che lo studio in autonomia non funziona cerca un tutor o un docente. Migliorare il tuo livello di lingua è possibile in qualunque momento e a tutti i gradi di apprendimento.

Studiare online è un vantaggio che permette di organizzare al meglio il tuo tempo e di soddisfare le tue esigenze. Tante sono le risorse utili per esercitare la lettura, la scrittura ma anche per conoscere le tradizioni e la cultura giapponese.

Se cerchi una pagina interessante per conoscere la cultura giapponese hirogaru nihongo ti consente di sperimentare e conoscere più da vicino il Giappone. Cultura, sapori, cibi tipici, musica, arte del Giappone entreranno nella tua realtà quotidiana.

Vuoi imparare il giapponese? Con le giuste mosse e un po’ di costanza tutto ti sembrerà più semplice

Se hai iniziato a studiare giapponese e stai pensando di mollare perché non raggiungi i risultati sperati, fermati un attimo. Pensa che forse hai bisogno di cambiare metodo o semplicemente di contattare un tutor o un docente. Spesso, con un aiuto competente puoi, passo dopo passo, creare un percorso cucito addosso a te.

Seguire un corso ad un certo punto non solo funziona ma è addirittura necessario per migliorare davvero. Se hai ormai capito che la tua motivazione è forte, radicata, che vuoi imparare il giapponese a tutti i costi non ti resta che trovare il professore di giapponese più adatto a te, alle tue esigenze.

Se vuoi sapere di più sulla lingua giapponese o se decidi di studiare un’altra lingua, italki guida le tue scelte. Un luogo pieno di opportunità in cui potrai trovare il corso giapponese che hai sempre desiderato seguire. Studia una nuova lingua, impara con italki!

Related Posts