Cinese

Come imparare il cinese conversando

Come imparare il cinese conversando

Negli ultimi anni sempre più persone si sono avvicinate allo studio delle lingue orientali. Tra le varie lingue che racchiudiamo in quest’area, sicuramente il cinese ricopre un ruolo importante. La Cina è grande quanto un continente e la lingua cinese è suddivisa in sette gruppi dialettali diversi. Tuttavia, l’idioma ufficiale è quello che noi occidentali chiamiamo cinese mandarino e i cinesi Phutonghua, cioè lingua comune.

Per chi si avvicina allo studio di questa lingua, c’è una buona notizia: la grammatica non è difficile. Il cinese è una lingua tonale e fare conversazione in cinese ti aiuterà tantissimo per capire se stai imparando correttamente. In questo articolo, scopriremo, quindi, come parlare cinese lasciando le persone a bocca aperta.

Il fascino di una conversazione in cinese

Per prima cosa, dobbiamo essere realisti: senza la costanza e uno sforzo effettivo, sarà difficile imparare questa lingua. Come abbiamo detto prima, il cinese non ha una grammatica complicata, ma ha molti caratteri da imparare che si possono combinare tra loro. Combinando i vari caratteri in modi diversi, si creano tante parole e ogni carattere può essere pronunciato in modo diverso. I tratti dei caratteri vanno eseguiti secondo un ordine e stile rigoroso.

Detto questo, per iniziare lo studio di questa lingua così diversa dalla nostra, poniti un obiettivo. Perché vuoi studiare la lingua cinese? Quali benefici ricaverai da ciò? Cosa ti stimola nell’apprendimento di questa lingua? Non perdere mai di vista il tuo obiettivo iniziale, poiché ti aiuterà nei possibili momenti di avvilimento.

D’altra parte, come recita un noto detto, nemmeno Roma è stata costruita in un giorno. Quindi, nemmeno tu puoi pensare di acquisire la conoscenza del cinese in poco tempo. Per ottenere dei buoni risultati, non devi avere fretta, ma devi lavorare sodo e portare un po’ di pazienza. E ricorda: non farti scoraggiare dalla frustrazione che, almeno all’inizio, potrai provare.

In linea di massima, apprendere le basi della lingua cinese è possibile un po’ per tutti. Tuttavia, bisognerà essere in grado di superare alcuni ostacoli o barriere per non perdere la motivazione iniziale. Tra i vari ostacoli, la conversazione in cinese è sicuramente uno di questi e per molte persone è una grandissima sfida. Esercitare le conoscenze apprese, mettendole in pratica, è uno degli esercizi più importanti da svolgere.

Come parlare in cinese

Imparare come parlare cinese significa imparare a dominare i suoni. Come è stato detto in precedenza, il cinese è una lingua tonale. Che cosa significa esattamente lingua tonale? Significa che le sillabe si differenziano nel significato in base al tono con cui si pronunciano. Hai capito bene: la stessa sillaba, pronunciata con toni diversi, acquisisce significati diversi e per noi occidentali, questo può essere un vero incubo.

Adesso starai dicendo: “Ok, non lo imparerò mai”. Calma, un passo alla volta. Stabilisci il tuo perché e i tuoi obiettivi e inizia il tuo viaggio.

Dunque, l’importanza di praticare una conversazione in cinese è imprescindibile perché ti permetterà di capire se stai comunicando correttamente. E, quando vedrai che l’altra persona sta capendo quello che stai comunicando, ti sentirai felice per gli sforzi fatti. Visualizza già questo momento magico e affascinante così da poterlo avere impresso nella tua mente. Ogni qualvolta che sorgeranno dei momenti di sconforto, ripesca questa immagine nella tua testa e percepisci la gioia di quel momento.

Cerchiamo di capire insieme che cosa sono i toni della lingua cinese.

I toni della lingua cinese

I toni della lingua cinese

Una pronuncia corretta è una delle difficoltà maggiori della lingua cinese. Esistono ben 4 toni diversi, più uno definito neutro. Va considerato che, se una parola è mal pronunciata, si può incappare in spiacevoli equivoci e fraintendimenti. Cerchiamo di capire la differenza tra i toni, facendo anche qualche esempio.

  • Il primo tono è piano ed elevato e la voce rimane uguale per la durata del suono. Si caratterizza dal segno “-” nella vocale: wā (= rana).
  • Il secondo tono è ascendente ed è contrassegnato con il segno “´” nella vocale: wá (= bambino).
  • Il terzo tono è prima discendente e poi ascendente ed è contrassegnato con il segno “ˇ” nella vocale: wă (= piastrella).
  • Il quarto tono è completamente discendente ed è contrassegnato con il segno “`” nella vocale: wà (=calze).

Sicuramente, all’inizio tutti i toni vi sembreranno uguali. A noi italofoni, quando i cinesi conversano, sembra di sentire un unico suono completamente indecifrabile. Beh, come hai visto non è propriamente così. D’ora in avanti, se già familiarizzi un po’ con la lingua, presta attenzione a questi suoni. Più ascolti, più li potrai distinguere e, passo dopo passo, potrai farli tuoi!

Tutto sommato, a pensarci bene, una cosa simile succede anche in italiano. Pensa alla parola “no” o “ah, sì”. Dipendendo da come le pronunciamo, hanno significati diversi. Concordi?

Copiare il cinese mandarino

Che cosa significa copiare il cinese mandarino? Spieghiamolo subito. Per imparare come parlare cinese, un segreto è ritagliare del tempo per ascoltare questa lingua. Quando iniziamo a studiare una lingua che non ci capita di avere tanto a contatto, è importante familiarizzare con la fonetica. Quindi, è fondamentale prendere confidenza con i suoni, la pronuncia e gli accenti. Cerca contenuti audio adatti al tuo livello. Non voler fin da subito seguire le notizie in cinese perché ti sentirai smarrito. Sii onesto/a e rispetta te stesso/a.

Hai già sentito parlare dello shadowing? Lo shadowing, tradotto letteralmente in italiano con “fare ombra”, è una tecnica molto diffusa tra le persone che imparano le lingue. Ma, in cosa consiste? È seguire passo a passo un testo che stai ascoltando ripetendolo fedelmente, parola per parola. Magari ti starai chiedendo: “Devo diventare un pappagallo?”. A dire la verità, sì! Questa tecnica consiste proprio in questo: ripetere le parole che senti, non appena sono state pronunciate e tu le hai capite.

Come funziona nella pratica? Ecco alcune indicazioni:

  1. Scegli il materiale audio che preferisci, ma dev’essere in cinese. Se scegli un video, attiva i sottotitoli per seguire meglio quello che viene detto (soprattutto se sei all’inizio).
  2. Ascolta con molta attenzione quello che viene detto e inizia a ripetere. Tra la pronuncia di una parola e il momento in cui ripeti, dovrebbe passare circa mezzo secondo.
  3. Cerca di essere fedele il più possibile a quanto viene detto. Inoltre, ripeti più materiale che riesci.
  4. Per esempio, se hai scelto di usare un video con i sottotitoli, toglili appena ti senti un po’ sicuro. Ripeti lo shadowing solo facendo attenzione all’ascolto.

Bisogna considerare che, una sessione produttiva di shadowing dura tra i 10 minuti alla mezz’ora. Quindi, ritagliati del tempo per sperimentare questa tecnica e dopo circa un mese potrai constatare i risultati.

Immersione totale nella cultura

Immersione totale nella cultura

Tuttavia, sebbene parliamo di una lingua completamente lontana dalle lingue occidentali, il segreto è sempre lo stesso: immergiti completamente nella cultura. Guarda dei video, ascolta dei podcast, guarda dei film, delle serie e, almeno all’inizio, diminuisci la velocità dei video. Questo ti permetterà di accompagnare il contenuto senza provare frustrazione.

Il fattore fondamentale è la costanza: dedica del tempo, anche se poco, ogni giorno. Dedicare del tempo allo studio ti permetterà di allenare la mente a questa nuova struttura linguistica, apprendendo ogni giorno di più. Crea un tuo piano d’azione personalizzato, da inserire tra le tue attività quotidiane. Un passo alla volta e mantenendo costanza e regolarità, vedrai come riuscirai a progredire.

Senza ombra di dubbio, imparare il cinese non è una passeggiata, quindi l’appoggio di un buon insegnante potrebbe essere un’ottima soluzione. Un’insegnante può diventare la tua guida e confortarti quando ti sembrerà di non sapere nulla, quando sarai in preda allo sconforto. Nel nostro sito, incontri ottimi professori di cinese, pronti a supportarti e a interagire con professionalità. Se sei una persona che prova imbarazzo a parlare in una lingua straniera, forse, l’auto conversazione può sbloccarti. Che cosa significa? In linea di massima, una persona che prova vergogna a esprimersi in una lingua straniera, si sente bloccato anche con degli insegnanti. L’auto conversazione può aiutare: preparati un discorso, ripetendolo davanti allo specchio alcune volte. Scrivi proprio tutto quello che vuoi dire, così quando incontrerai il professore per la prima volta, non sentirai imbarazzo.

L’apprendimento online del cinese

Come è stato detto più volte, il cinese non è una lingua facile. Per questo motivo, l’ausilio di un insegnante è la chiave vincente nel tuo cammino verso l’apprendimento del cinese. Ti aiuterà a eliminare i dubbi, le incertezze, ad allenare i toni delle parole, ad ampliare il vocabolario. Grazie all’aiuto di un insegnante potrai allenare il tuo apprendimento della lingua in un contesto reale. Di sicuro, praticare con un madrelingua ti permetterà di affrontare la paura o la vergogna di sbagliare.

E poi, sinceramente, immagina lo stupore delle persone quando ti vedranno e ti sentiranno parlare in questa lingua. Riesci già a immaginare nella tua testa la loro espressione?

Quindi, cosa stai ancora aspettando? Corri a scegliere il professore più adatto a te, qui su italki!

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.